Appuntamenti

 
 

4° Trofeo Golfo degli Angeli - Memorial Bruno Pinna

 

Inizio 12/11/2011 alle 15:00 fino al 13/11/2011 alle 21:00

 
4° Trofeo Golfo degli Angeli - Memorial Bruno Pinna

4° Trofeo Golfo degli Angeli - Memorial Bruno Pinna

La manifestazione denominata 4° Trofeo Golfo degli Angeli - Memorial Bruno Pinna, si svolgerà nei giorni 12 e 13 Novembre 2011; e vedrà la partecipazione di circa 180 atleti, 30 dirigenti, 30 tecnici e 5 giudici di gara.


La gara di tiro con l'arco in questione è una gara inserita nel Calendario Nazionale che la Federazione Italiana di Tiro con l'Arco (FITARCO) stila ogni anno per l'anno successivo. La gara Nazionale prevede la partecipazione di atleti tesserati alla FITARCO che abbiano conseguito almeno la 4° categoria di merito ( in base al punteggio) in qualsiasi classe (master, seniores, juniores, allievi e ragazzi) e di qualsiasi divisione (arco nudo, arco compound e la specialità olimpica dell?arco ricurvo). Alla gara interverranno anche i migliori atleti e atlete sarde. A fare gli onori di casa sarà la vice campionessa del mondo Elisabetta Buono, tra le file dell'Associazione Organizzatrice.

Interverranno i portacolori delle società provenienti da tutta l'isola e una ben nutrita rappresentanza della società organizzatrice. Sono state invitate a partecipare rappresentative straniere, e rappresentative provenienti da altre regioni d'Italia, oltre alla Nazionale Italiana. Ogni Rappresentativa, gareggerà sia per la gara individuale, sia in quella a squadre.
È data per certa la partecipazione di alcuni tra i nomi di spicco dell'arcieria azzurra, come il pluriolimpionico Ilario Di Buò, che è ormai un abituè della Sardegna, e dei campioni mondiali in carica Marcella Tonioli, Sergio Pagni e Natalia Valeeva. Saranno invitati i componenti delle squadre azzurre, maschile e femminile. Saranno inoltre invitati a partecipare tutti i Campioni Italiani Indoor in carica. Verrà inoltre invitata la Nazionale di Tiro con l'Arco del CIP (Comitato Italiano Paraolimpico); ciò per sottolineare che il tiro con l'arco è uno dei pochi sport che mette tutti sullo stesso piano; e ci sarà anche la società sarda appartenente a questo organismo sportivo, la Sa.Spo. di Cagliari. Oltre a tutti gli atleti già citati ci sarà un elevato numero di giovani promesse del tiro con l'arco regionale e nazionale.
Si stima in tutto la presenza di circa 180 atleti, 30 tecnici e 30 tra dirigenti e accompagnatori ufficiali. Sarà sicuramente presente anche parte della Dirigenza Federale, sia Regionale che Nazionale.

Essendo una gara nazionale saranno presenti tre arbitri designati dalla Commissione Arbitrale della FITARCO, generalmente provenienti per almeno 2/3 da fuori regione, oltre alla necessaria presenza di due direttori dei tiri che si alterneranno alla consolle che comanda semafori e segnali sonori che determinano il ritmo di gara.
La gara consiste nel tirare 60 frecce sulla distanza dei 18 metri divise in due 'manche' da 30 frecce ciascuna, ulteriormente divise in 10 serie da 3 frecce ciascuna, per tutti i partecipanti, divisi in turni separati. Alla fine di questo 'round' di qualificazione, previsto in due turni separati da 90 atleti ciascuno, uno di sabato sera e uno di domenica mattina, (data la capienza della struttura) è prevista una graduatoria sia individuale che a squadre, stilata con l'ausilio di sistemi informatici dedicati, che porterà alla compilazione delle griglie per gli scontri diretti, previsti per i primi otto atleti maschili e otto femminili per ogni divisione, che, a partire dai quarti di finale si affronteranno in scontri al meglio delle 12 frecce, tirate sempre alla distanza dei 18 metri. Il match a squadre partirà invece dagli ottavi di finale e vedrà la partecipazione di rappresentative miste di ogni società o rappresentativa partecipante, e decreterà la squadra vincitrice del Trofeo Golfo degli Angeli. Entrambe le fasi saranno scandite da uno speaker che spiegherà al pubblico l'avvicendarsi dalla gara.

Per l'allestimento del terreno di gara si dovrà squadrare la sede di gara, misurare accuratamente la distanza di tiro, i 18 metri dai paglioni battifreccia, distanti tra loro, da centro a centro, 160 cm., e sistemare dietro questi una rete di protezione. Su ogni paglione battifreccia si collocheranno 4 bersagli di carta da 40 cm. di diametro posti ad 100 e 160 cm. da terra, uno per ognuno degli arcieri che tireranno su quel battifreccia. Verranno inoltre tracciate davanti alla linea di tiro una linea, detta dei 3 metri, posta appunto a 3 mt, dalla linea di tiro, prevista dal regolamento tecnico, e dietro la stessa linea una linea di attesa e una linea di riposo ( a 5 metri di distanza le une dalle altre), dietro la quale verranno posizionate sedie per gli atleti; dietro questo spazio verrà allestito uno spazio circoscritto per il pubblico; inoltre per facilitare il passaggio degli atleti diversamente abili verranno disegnati a terra (con materiale removibile o cancellabile) dei percorsi speciali che resteranno sgombri da ogni impedimento. La sede di gara verrà poi attrezzata con la dovuta illuminazione artificiale e con un sistema di direzione dei tiri, consistente in due semafori alimentati a bassa tensione e una centralina automatica sincronizzata con i tempi regolamentari di tiro.
L'afflusso del pubblico si prevede notevole, come in tutte le manifestazioni di questo tenore che, in anni passati, si sono tenute in Sardegna, durante tutti i turni di gara, sia per la qualificazione sia per gli scontri diretti individuali e ancor di più a squadre, soprattutto perché il pubblico potrà vedere la classifica stilata in tempo reale, stampata ed esposta ogni due serie di tre frecce, in un'area attigua a quella di riposo per gli atleti, accessibile sia al pubblico che agli accreditati, in modo tale che tutti possano comprendere lo svolgersi incalzante della gara e seguire l'avvicendarsi in testa alla classifica, rendendo più avvincente la manifestazione.

Saranno inoltre chiamate ad assistere alla gara le televisioni locali, e le più importanti testate giornalistiche sarde, per dare il giusto risalto ad una manifestazione tra le più importanti del suo genere in Italia, tramite una Conferenza Stampa che si terrà nei giorni immediatamente precedenti la manifestazione alla quale sono invitati ad intervenire il Presidente della Associazione Organizzatrice, il Coordinatore dell'organizzazione, il Presidente del Comitato Regionale FITARCO Sardegna, il VicePresidente Federale Nazionale Paolo Poddighe, l'Assessore allo Sport della Provincia di Cagliari, l'Assessore allo Sport del Comune ospitante, il Presidente del CONI Regionale e il Presidente del CONI Provinciale.
Al termine della gara vengono consegnate le classifiche definitive, relative sia alla fase di qualifica che alla fase degli scontri diretti, allo speaker che procederà con la cerimonia di premiazione, prevista intorno alle ore 19.00. La premiazione consisterà presumibilmente in manufatti preziosi che riportano i simboli della terra che dà il nome alla manifestazione. Alla fine della cerimonia di premiazione verrà offerto un buffet con prodotti tipici locali a tutti gli atleti, tecnici, dirigenti e accompagnatori, come consuetudine in tutte le gare di tiro con l'arco.

-- - - - -
guarda la scheda indirizzo
 
 
 
 

Calendario appuntamenti